Inail Relazione annuale 2017: 641mila denunce di infortunio sul lavoro

641mila denunce di infortunio sul lavoro nel 2017, -0,08% rispetto al 2016, 417mila riconosciute, 19% avvenuto fuori azienda. 1.112. denunce di infortunio mortale, 617 i casi accertati sul lavoro. Circa 58mila denunce per malattia professionale, 2.200 in meno sul 2016. Sono questi alcuni dei dati presentati dal presidente Inail questa mattina a Roma, Palazzo Montecitorio nella Relazione annuale Inail 2017.
Il 19% degli infortuni riconosciuti è avvenuto con mezzo di trasporto o in itinere, mentre per quanto riguarda i casi con esito mortale, 58% avvenuto fuori dall’azienda, ovvero con trasporto o in itinere. Considerando anche l’eventuale riconoscimento dei casi in istruttoria, i casi mortali avrebbero subito un calo nel 2017 del 2,8%.
Diffusi anche i dati dei primi cinque mesi del 2018. 389 denunce, 271 in occasione di lavoro come nel 2016, aumento di 14 casi rispetto a quelli in itinere, passati dai 104 del 2017 ai 118 del 2018.
Delle 58mila denunce di malattia professionale, riconosciuto il 33% e il 3% in istruttoria, il 65% delle denunce ha interessato patologie del sistema osteo-muscolare. 1.026 le morti per malattia professionale riconosciuta derivante da amianto, 335 per silicosi/asbestosi. 27.013 le denunce nei primi cinque mesi del 2018, +3,1% sullo stesso periodo del 2017.
In merito alla vigilanza Inail 16.648 le aziende controllate nel 2017, 89,43% irregolari, 49.772 lavoratori regolarizzati. Quindi le posizioni assicurative censite: 3milioni 750mila, -0,22% rispetto al 2016, 726mila le rendite per inabilità permanente e ai superstiti, 16.500 rendite di nuova costituzione nel 2017.
Infine bandi e incentivi ad aziende e lavoratori: 27mila le istanze per la riduzione del tasso di tariffa, 198 milioni di riduzione dei premi; 294mila ditte artigiane rientranti nella riduzione del 7,22% del premio e 317 posizioni assicurative positive. 249 milioni stanziati dal bando Isi Inail 2017.
Prestazioni sanitarie: 7 milioni e mezzo di prestazioni per i lavoratori, 13milla gli assistiti dal Centro Protesi di Vigoroso di Budrio.
Info: Inail Relazione annuale 2017