Comunicazioni al Prefetto per Attività Industriali e Commerciali

Il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, emanato domenica 22 marzo, dispone nuove misure sulle attività produttive industriali e commerciali. Chi è autorizzato a continuare a lavorare deve darne tempestiva comunicazione in Prefettura.
Le comunicazioni relative alla prosecuzione delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere dei settori di cui all’allegato 1, dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla legge n.146/1990, dovranno essere inviate alla casella di posta elettronica certificata protocollo.prefbs@pec.interno.it dal legale rappresentante dell’azienda interessata, indicando nell’oggetto della mail «DPCM 22 marzo 2020 – Comunicazione attività».
Analoga comunicazione dovrà essere presentata anche dai legali rappresentanti degli impianti a ciclo produttivo continuo, indicando il grave pregiudizio o il pericolo di incidenti derivanti dall’interruzione dell’attività.
La comunicazione potrà avvenire compilando e sottoscrivendo, con timbro e firma, il modello denominato Modello Comunicazione – Lettere d) e g) Dpcm 22 marzo 2020.

Per le attività già espressamente autorizzate dall’articolo 1 lett. a) del Dpcm non è necessario compiere nessun adempimento formale.

Scarica il PDF del DPCM 22 Marzo 2020

Scarica il PDF del modulo da inviare al Prefetto