COLLAUDO BOMBOLE

CIMA è presente nel campo delle lavorazioni relative a revisioni, trattamenti interni ed esterni di recipienti a pressione per ogni tipo di gas tecnico-industriale, subacqueo e terapeutico. In particolare esegue:

  • rimessa a norma
  • collaudo bombole (con la presenza del tecnico della Motorizzazione)
  • manutenzione bombole sub con sabbiatura interna

IL COLLAUDO

Secondo la legge dopo 4 anni dalla data, non di acquisto ma di prima omologazione, bisogna sottoporre il contenitore ad un nuovo collaudo, che non potrà essere eseguito in mancanza dei relativi documenti. Tutti i collaudi successivi andranno poi regolarmente effettuati non più ogni 4 bensì ogni due anni.

Questa verifica, nota anche come “test idrostatico”, consiste nel riempire d’acqua la bombola (priva della sua rubinetteria) e sistemarla in una camera piena d’acqua ad alta pressione. In seguito la pressione all’interno della bombola viene aumentata fino ad un valore pari ai 5/3 della sua massima pressione d’esercizio; ciò fa sì che la bombola si espanda leggermente, spostando l’acqua che la circonda,  e tale spostamento viene opportunamente misurato.

Se l’espansione della bombola rientra nei limiti previsti (cioè se è minimo e quindi il materiale della bombola risulta robusto ed in buone condizioni), essa supera la prova, altrimenti verrà scartata e restituita in condizioni da non poter più essere utilizzata, poiché le viene praticato un foro.

Superata invece la prova, la bombola viene pulita, asciugata e le vengono stampigliate la data del collaudo.

In Italia il collaudo viene effettuato a cura degli ispettori dell’ISPSEL (Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro) o della MCTC (Motorizzazione Civile e Trasporti in Concessione).

Le notizie inerenti le caratteristiche delle bombole sono, comunque, stampigliate sul collo e descritte, ancor più estesamente, nei documenti di collaudo della bottiglia, necessari ai fini dei collaudi successivi.

Da febbraio 2018 CIMA ha ottenuto, tramite Bureau Veritas, le certificazioni per il collaudo in proprio dei contenitori T-PED e DM 1925.

T-PED n° autorizzazione: ADR/RID/ADN-I-CMA 001-18-ITA
DM1925 n° autorizzazione: DM1925-BV-I-CMA001-18 DM

Questo ha notevolmente semplificato le operazioni di collaudo, mantenendo inalterate qualità e sicurezza in tutte le fasi di lavorazione.

CIMA effettua mensilmente il collaudo dei contenitori in pressione. Scarica il File per conoscere le date !!!