CERTIFICAZIONE UNI EN ISO 3834

UNI_EN_3834LA NORMA UNI EN ISO 3834:

REQUISITI DI QUALITA’ PER LA SALDATURA PER FUSIONE DEI MATERIALI METALLICI

La conformità produttiva di un’impresa, definita nel Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2008 -“Approvazione delle nuove tecniche per le costruzioni”, entrato inderogabilmente in vigore il 1 luglio 2009, richiede a tutti gli operatori del settore l’adeguamento delle proprie strutture ai nuovi requisiti. La certificazione in conformità alle norme della serie UNI EN ISO 3834:2006 definisce la capacità a soddisfare tale congruenza di produzione sia nel settore impiantistico che in quello edile, ferroviario ed energetico. Dal 1 luglio 2009 le imprese che progettano, realizzano o forniscono prodotti o servizi complementari alle opere di costruzione (officine di lavorazione, produttori di lamiere, profilati in acciaio, produttori di bulloneria, elementi in legno per impiego strutturale), devono conseguire la certificazione sia secondo la norma UNI EN ISO 3834:2006 sia quella secondo la norma UNI EN ISO 9001:2008, oltre a rispettare le prescrizioni riportate nel Decreto Legislativo 81/08 (Testo unico della sicurezza) e successive modifiche e integrazioni. Le norme appartenenti alla serie UNI EN ISO 3834:2006 forniscono uno strumento efficace per la realizzazione di numerosi manufatti industriali prodotti con il processo di saldatura per fusione. Infatti, dal momento che la qualità della saldatura garantisce la durata e la conformità del bene prodotto, si è reso opportuno fornire al fabbricante uno strumento normativo atto a tenere sotto controllo le condizioni che influenzano la qualità della saldatura, consentendo in tal modo di poter apporre al bene prodotto una adeguata certificazione che ne definisca i principi di fabbricazione e che dia evidenza che l’intero processo di fabbricazione e controllo sia stato correttamente monitorato e documentato.Questo modo di operare inoltre prepara le aziende che operano nel campo dei settori di costruzione alla marcatura CE dei prodotti di carpenteria metallica destinati ad essere considerati “prodotti da costruzione”.

Tale prassi diverrà obbligatoria a partire dal 1 luglio 2014, con l’entrata in vigore della norma EN 1090 “- Esecuzione di strutture in acciaio e in alluminio – Parte 1 Requisiti per la verifica di conformità dei componenti strutturali”.